Nidi di vespe - Cuib de viespi




per l'impasto
575gr farina
30 gr lievito di birra
30 gr zucchero semolato
una fialetta –aroma di rum per i dolci
50 ml olio ( NO extravergine di olive)
5 tuorli d'uovo
200 ml latte tiepido
100 ml acqua tiepida
mezzo cucchiaino di sale fino
la buccia di un limone grattugiata

per la crema
200 gr burro
100 gr zucchero semolato

per il sciropo
125 ml latte
150 gr zucchero semolato
aroma di vaniglia

Dopo aver sciolto il lievito di birra in acqua con un cucchiaio di zucchero se inizia a impastare mescolando tutti gli ingredienti fino quando risulta una pasta di media consistenta (se il impasto risulta troppo morbido aggiungete ancora un po' di farina). Lasciate a lievitare, coperto .
Suddividetelo in 4 parti.
Prendiamo una delle parti e lo stendiamo sulla spianatoia ben infarinata cosi stesa lo facciamo spenelare con un ¼ di crema (burro e zucchero che sono stati mescolati fino ad ottenere una crema). Cosi per tutte le 4 parti del impasto. La sfoglia si arrotola per ottenere una girella (sarano' 4 girelle al fine).
Se volete ogni girella puo' essere diversa metendo sulla crema di zucchero e burro altri gusti : una con gherigli di noce macinati, altra con del cocco (essicato) grattugiato, altra con l'uvetta amorbidita e strizzata per bene, o con la ricotta fresca, o con del formaggio spalmabile salato ( nella versione salata ), con la cannella, cioccolata in pezzetti ecc. Ognuno si puo' sbizzarire a trovare i gusti preferiti.

Ogni girella si taglia in pezzi di quasi 4 cm.
Mettere la carta da fono sulla teglia e iniziate a disporere le girelle in verticale.
Non metterli troppo vicino perche' cuocendo aumentano di volume, lasciate ancora a lievitare per 30 minuti e poi cuocete a 200 °C- 210 °C (nel forno gia' scaldato), dopo 15 minuti si spennellano con il sciroppo ottenuto con il latte bollito insieme con la vagnilia e il zucchero. Continuate a cuocere fino quando sono pronte ( cca -15 minuti).


in romana:


reteta Angelique-ei
Prajitura tipica din Ardeal f. buna, nu e asa complicata de facut, trebuie doar energie sa framanti aluatul in cazul in care iti lipseste ajutorul....

aluat:
575g faina,
30 g drojdie,
30 g zahar,
esenta rom,
50 ml ulei ,
5 galbenusuri,
200 ml lapte ,
100 ml apa,
o jumate lingurita sare,
coaja de la o lamaie
crema :
200 g unt ,
100 g zahar daca doriti se poate folosi dupa gust nuca,cocos,scortisoara
sirop :
125 ml lapte ,
150 g zahar ,
vanilie

se framanta un aluat cu toate ingredientele (daca e prea moale mai adaugati un pumn de faina) si lasati la dospit ,dupa ce a crescut il impartiti in 4 parti si din fiecare parte faceti o foaie pe care o ungeti cu crema obtinuta prin amestecul untului cu zahar (aveti grija sa va ajunga crema pt. toate foile) daca doriti presarati cu nuca,cocos sau scortisoara.faceti o rulata din care taiati bucatele de cca.4 cm. pe care le puneti in tava una langa alta ,lasati sa mai dospeasca cca 30 minute dupa care dati la copt,180 grade ,dupa cca 20 minute le scoateti si le ungeti cu siropul obtinut prin fierberea laptelui cu zaharul si vanilia ,dupa care dati din nou la copt , astai rezultatul ,sper sa va mai aduceti aminte ce bun era
Eu insa am micsorat cantitatea de drojdie, am pus numai 25 gr si data viitoare voi pune cu siguranta 20 sau poate chiar mai putin caci nu ma grabesc si il las sa creasca mai mult. Drojdia in cantitate mare doar micsoreaza timpul de dospire... deci se poate si fara ... si nu as fii fost eu insami daca nu modificam ceva ( Angi stie ). Am presarat peste crema de unt si zahar : cocos ras, stafide, rahat taiat marunt sau nutella cite un virf de lingurita ici si colo ... n-am avut nuci ca le-am rontait sotul pe toate dar data viitoare pun si nuci .. Asa ca au iesit fiecare trandafiras cu alta umplutura . Am taiat sulurile mai scurte decit a zis Angi asa ca mi-a ramas aluat si am invirtit si niste croasante cu stafide.

Nessun commento:

Ultimi commenti